Prodotti » Accessori » Interfaccia di linea a trasformatori Superpermalloy/Cocobolo

Interfaccia di linea a trasformatori Superpermalloy/Cocobolo

 

 

 

L'unità nasce per interfacciare al meglio le macchine digitali alle elettroniche (preamplificatori o amplificatori ) poste a valle.  Essa è completamente passiva ed è costruita attorno una coppia di trasformatori con nucleo ad alta permeabilità (Superpermalloy) e schermatura in mumetal.

Essi sono alloggiati in un contenitore completamente afono in cocobolo (legno armonico) fresato ed intarsiato con pantografo Clinamen a controllo numerico.  Tutto il cablaggio dell'unità viene eseguita all'interno del box sottostante in alluminio pressofuso. Sono presenti due interruttori, uno frontale ed uno posteriore: con il frontale si interviene sulla timbrica , potendo scegliere tra la modalità "Bright" e quella "Damp". Posteriormente invece , un secondo interruttore permette di ottimizzare il lay out delle masse a seconda dell'impianto nel quale l'unità si troverà a lavorare.

Sono presenti 3 punte coniche regolabili in altezza per un perfetto livellamento dell'unità. I connettori RCA sono con trattamento superificiale di rodiatura. Il cablaggio è in aria, effettuato con rame argentato ricotto e isolato in teflon. Le saldature sono con stagno WBT al 4% Ag.

 

 

 

 

 

 

Il grande vantaggio di una interfaccia a trasformatori , è quello di realizzare una separazione galvanica delle masse: questo consente di azzerare  la corrente che scorre nei conduttori di schermo, corrente generata dalla ddp tra le masse del ricevitore e del trasmettitore. Questa corrente di schermo, nel caso della connessione CD/pre, è partiolarmente dannosa in quanto il suo spetto in frequenza è molto ampio a causa dei circuiti di clock e misti digitali/anlaogici , presenti all'interno del lettore CD.

 

Elettricamente l'interfaccia lavora con un rapporto di step down, questo consente di abbassare l'impedenza di sorgente e come vantaggio riflesso, ma non meno importante, permette di far lavorare il preamplificatore con meno attenuazione ( bisogna ruotare di più la manopola del volume per avere la stessa pressione sonora). La moda audiofila che vuole infatti la manopola volume sempre al di sotto delle  ore "12" per avere una notevole dose di potenza di riserva è alquanto malsana: infatti il guadagno di un preamplificatore è fisso, e quello che noi variamo con la manopola del volume è solo l'ampiezza del segnale in ingresso. Se il nostro pre lavora in forte attenuazione, vuol dire che esso è stato progettato affinchè i suoi stadi attivi abbiano un forte guadagno ( questo ha come riflesso negativo un aumento del rumore e peggioramento del rapporto segnale/rumore), poi questo guadagno non lo sfrutterò mai in quanto devo attenuare di molto il segnale in ingresso. Oltre ad essere un controsenso, tutto ciò,è sonicamente controproducente in quanto si aumenta la resistenza serie al segnale e si perde in dinamica.


Il prezzo dell'interfaccia è di 1150 euro

 

 

 

 

superpermalloy cocobolo transformer CD interface

superpermalloy cocobolo transformer CD interface

superpermalloy cocobolo transformer CD interface

superpermalloy cocobolo transformer CD interface

superpermalloy cocobolo transformer CD interface

superpermalloy cocobolo transformer CD interface

Clicca quì per lasciare un commento
Clinamenaudio - Ing. Stefano Buttafoco - Contrada Barattelli 3A - C.F.: BTTSFN74M01H769L - P.IVA: 02123590446
Tel. (+39) 340 8756612 - Tel. laboratorio (+39) 0735 782043 - E-mail: info@clinamenaudio.com