Sarasvati

 

 



Etimologia nome


Sarasvatī è venerata come dea della conoscenza e delle arti, come letteratura, musica, pittura e poesia, ma anche della verità, del perdono, delle guarigioni e delle nascite

 

 

 

Sarasvati nasce su commissione di un cliente desideroso di un amplificatore integrato pensato attorno il triodo2 A 3 d’epoca (RCA Dicembre 1951).  Doveva pilotare con forza ed eleganza il suo diffusore da 90 dB di sensibilità, su tutto il resto avevo  carta bianca. Ho perciò impiegato molte delle soluzioni impiegate nei “Loto” e comunque tutte le tecniche Clinamen ispirate alla via naturale del suono, e cioè metodi progettuali il più semplici possibili, che sfruttano la linearità intrinseca dei componenti attivi , magnificati da elementi magnetici di assoluta classe. Siamo riusciti ad ottenere cosi in amplificatore integrato dalla grande musicalità, che onora il nome che porta, dal grande gusto estetico e da un ingombro tutto sommato contenuto.



Lo schema si sviluppa su un circuito tutto single ended, 0 feedback, con polarizzazione degli stadi tutte con bias fisso. Come abitudine Clinamen gli stadi attivi sono il minimo indispensabile per raggiungere il risultato, dunquei un solo stadio driver costruito attorno ad una EC8010, triodo ad alta transconduttanza con placca unidirezionale .

L’alimentazione  ad essa fornita è stabilizzata mediante valvola a gas, quindi senza nessun sistema a retroazione. Il carico anodico della EC8010 è costituito da una bobina Custom Clinamen in Permalloy nucleo ultralarge realizzata con geometria completamente simmetrica per essere esente da captazione di rumori indotti.

Sui vantaggi del carico anodico induttivo , rispetto al resistivo, è già stato detto molto e non è questa la sede più adatta per riprendere il discorso, mi limiterò a ricordare che esso consente, a livello elettrico, di spingere il triodo finale in classe A2, quindi avere un trasferimento di potenza maggiore, avere un recupero istantaneo dai sovraccarichi, e sfruttare al massimo la transconduttanza della valvola; sul suono ciò si traduce in maggiore micro e macrodinamica, minore colorazione e un senso di realismo molto maggiore, specie quando le bobine sono costruite con materiali di pregio ad alta permeabilità come queste Custom Clinamen.


In ingresso troviamo un trasformatore in Superpermalloy anche questo con nucleo ultralarge e costruzione simmetrica. Esso è schermato in un contenitore in mumetal per la massima silenziosità. 

Il guadagno in tensione offerto dal trasformatore di ingresso permette di avere una buona sensibilità dell’apparecchio, che si attesta in 400mV per la potenza massima.



 



Parlando di alimentatore, possiamodire che la sinusoide di rete a 50 Hz, viene convertita in un dente di sega a 100 Hz tramite un diodo a riscaldamento diretto 5U4G. Il livellamento del dente di sega avviene con un DOPPIO filtro induttivo, implementato con SOLI condensatori in polipropilene ( Electrloytic less). La qualità di un alimentatore siffatto è determinante nel raggiungere le prestazioni di cui Sarasvati è capace.

Incredibilmente basso il rumore ottenuto in uscita, inferiore a 0,6 mV RMS, frutto di un evoluto layout delle masse.

La filatura è tutto in aria con rame argentato e isolamento in teflon e le saldature sono effettuate con stagno WBT al 4% Ag.


Il telaio è costituito da una cornice in legno di padouck da 30 mm con lavorazioni CNC per inserire i contropannelli  in fibra di carbonio che supportano RCA e vaschetta di rete. La piastra superiore è in  fibra di carbonio da 3 mm, che da garanzie di resistenza, bellezza e ottimo suono. Tutte le lavorazioni di foratura sono eseguite con la nostra macchina a controllo numerico. Il telaio viene accuratamente impregnato con gommalacca naturale per nutrire il legno e far risaltare le sue venature naturali. Successivamente il trattamento di finitura viene effettuato con cera naturale.

Sarasvati , riesce a pilotare con grande dinamica ed emozione diffusori dalla sensibilità di almeno  90 dB/w/m. Particolarmente riuscito risulta l'accoppiata Sarasvati con i diffusori Clinamenaudio Karma , infatti la sensibilità delle Karma unita al loro modulo di impedenza praticamente resistivo le rende pilotabili con un soffio, garantendo dinamica , coinvolgimento emotivo e resa di tutte le nuance del messaggio sonoro. Il solo paragone musicale di Sarasvati con un diffusore adeguato è la musica dal vivo. 


Un esperienza di ascolto da provare… lungo la via naturale del Suono.

 

 

 

 

 



Clicca quì per lasciare un commento
Clinamenaudio - Ing. Stefano Buttafoco - Contrada Barattelli 3A - C.F.: BTTSFN74M01H769L - P.IVA: 02123590446
Tel. (+39) 340 8756612 - Tel. laboratorio (+39) 0735 782043 - E-mail: info@clinamenaudio.com