Thorens TD125 Mk1 Remake




Questo intervento di remake sul Thorens TD125 è stato molto intensivo in termini di impegno e dispiego di mezzi. Ma analizziamo tutto con ordine.


Il Thorens TD125 è quasi un contemporaneo del suo fratello famoso a puleggia, il TD124. Con il TD125 Thorens ha voluto produrre una macchina di riferimento, al tempo molto costosa, che utilizzasse la tecnologia del controtelaio flottante e che quindi agirasse tutti i problemi di collocamento dei giradischi a puleggia. Nel TD125 Thorens non badò a spese, ne è testimonie l'imponente controtelaio flottante in fusione di lega di alluminio. Anche il pilotaggio del motore è molto sofisticato: Il motore è un 16 poli sincrono il quale ruota alla velocità di sincronismo, questa ultima funzione del numero dei poli del motore ( 16) e della frequenza della tensione di alimentazione del motore. La sinusoide di alimentazione del motore  non viene prelevata direttamente dalla rete, ma bensi ricostruita da un oscillatore a ponte di Wien e poi amplificata da un amplificatore di potenza transformer-less costituito da transistor complementari di potenza al germanio.


L'elettronica permette di fornire al motore 3 frequenze basi, rispetto alle quali si possono fare dei piccoli pitch, cioè aggiustamenti fini di frequenza attorno alla frequenza centrale di pilotaggio. In questo modo vengono fornite le 3 velocità di rotazione di 16, 33 e 45 rpm, e la possibilità di taratura fine delle stesse.

 

Senza dubbio un progetto molto raffinato. L'intervento Clinamen ha voluto magnificare questo progetto, eliminando tutte le parti che la logica di commercializzazione del prodotto ha dovuto votare all'economia di realizzazione.

 

Gli interventi hanno perciò interessato la costruzione di un vero plinth, in legno massello di ovankgol di grande spessore ( legno armonico durissimo dal peso specifico maggiore di quello dell'acqua) , accoppiato a piedini regolabili in altezza dello stesso legno. Il plinth è lucidato a gommalacca, e reca nel posteriore un incasso nel quale è inserita una piastra in vera fibra di carbonio con connettori RCA e di terra in rodio. E' stata anche ricavata la sede per ospitare la vaschetta VDE.


Successivamente è stata realizzata una nuova base di supporto per il braccio, solidale con il controtelaio flottante. Il legno usato è il bubinga, anche questo legno armonico esotico lucidato a gommalacca naturale.


Altro punto debole del TD125, specie nella esecuzione MK1 che era quella in mio posesso, era il braccio. E' stato perciò montato il mio nuovo riferimento, principe del rapporto qualità prezzo: il REGA AUDIOMODS ( del quale Clinamen può fornire una piccola distribuzione italiana).


Per chi non conosce questo braccio invito di andare in rete e  trovare informazioni, comunque esso , ad un prezzo vantaggioso, fornisce performance che solo bracci da svariate migliaia di euro riescono a fornire: capacità di tracciatura, fermezza e profondità del registro basso, sono a livelli che non avevo mai ascoltato in precedenza. I suoi particolari vantaggi sono: canna con shell integrato, cablaggio diretto dalla testina fino agli RCA di uscita senza interruzioni del segnale, articolazioni realizzate su cuscinetti a bassissimo coefficiente di attrito, Antiskating sofisticato ed ampiamente personalizzabile, contrappeso ad alta massa con controllo della propagazione delle risonanze....


Visto l'utilizzo del nuovo braccio, è stato rimosso il vecchio alza braccio, il quale aveva un comando direttamente dal pannello anteriore. Il foro è stato coperto con un logo elissoidale Clinamen.


Il piatto è stato lucidato e trattato con vernice trasparente professionale.


Il contropiatto flottante è stato verniciato con vernice perlata metalizzata triplo strato. Nella parte inferiore è stato invece smorzato con tessuto bitume/alluminio.


La sede del perno è stata lappata e lubrificata con olio speciale ad alta viscosità


I pulsanti plastici di azionamento sono stati sostituiti con equivalenti realizzati CNC in massello di bubinga e poi lucidati a gommalacca naturale.


Il mat utilizzato è il CLINAMEN in fibra di carbonio/sughero e per finire , la testina, non poteva che essere una nostra DL103 con guscio custom Clinamen.

Clicca quì per lasciare un commento
Clinamenaudio - Ing. Stefano Buttafoco - Contrada Barattelli 3A - C.F.: BTTSFN74M01H769L - P.IVA: 02123590446
Tel. (+39) 340 8756612 - Tel. laboratorio (+39) 0735 782043 - E-mail: info@clinamenaudio.com