Prodotti » Lavori Custom » Crossover » Crossover per supertweeter attenuazione induttiva

Crossover per supertweeter attenuazione induttiva

 



Il lavoro qui esposto è stato realizzato per un amico che intendeva migliorare le prestazioni del suo diffusore due vie Altec d'epoca così composto:

  • Woofer 416 Altec

  • Via alta costituita da un Driver a compressione da 1 pollice, Altec 806-8A con relativa tromba 511B.

  • Frequenza di incrocio 500 Hz.

Conosco molto bene le caratteristiche della tromba e del driver: ho infatti spesso lavorato con l'altec 802-D, il quale ha una motorizzazione più spinta ( magnete più massiccio ed una induzione del traferro maggiore) rispetto al fratello minore 806. Nonostante questo, il responso in gamma alta del ben più quotato 802D è fortemente calante oltre i 10 KHz e cala drasticamente non appena ci si allontana dalla risposta in asse. Inoltre la 511B, per come è strutturata, con una area di bocca molto ampia, è poco incline a riprodurre lo spettro più alto del segnale audio. Unendo queste considerazioni si capisce come il driver 806 e relativa tromba 511B presentassero un roll-off molto marcato a partire già da frequenze molto basse, nei dintorni dei 5-6 KHz.


A titolo di esempio riporto, nella figura sottostante, la risposta in asse e fuori asse del driver 802D e tromba tractrix per alte frequenze (Fc =1000Hz) riprese nel mio laboratorio con il microfono ad una distanza di 0.7 metri.

 

 

 

Viola: risposta in asse a 0,7 metri di un driver Altec 802D con trombetta tractrix da 1000 Hz di cut off.
Rossa :come sopra ma ripresa a 30 gradi fuori asse

 

Nonostante la tromba sia molto piccola e dedicata alla riproduzione delle alte frequenze, si vede come la risposta sia fortemente calante. Figuriamoci con una tromba con area di bocca molto elevata, come la 511B.

Il mio consiglio è stato quindi quello di inserire un tweeter di alta qualità che consentisse di riprodurre in maniera flat e con buona dispersione tutta la zona a partire dai 6-7 KHz.

Il tweeter scelto è stato il Fostex T925A. Potete osservare il data sheet originale nella seguente immagine.


Fostex T925a Datasheet

 

L'andamento molto lineare del modulo dell'impedenza, unito ad un taglio piuttosto in alto, mi hanno permesso di filtrarlo senza far ricorso a notch filter che ne equalizzassero l'impedenza alla risonanza e di impiegare una bassa pendenza del passa-alto.

La particolarità del crossover da me implementato consiste nel metodo sfruttato per l'attenuazione del tweeter: è stato usato il raffinato metodo induttivo, contrapposto all' attenuatore resistivo, realizzato con L-PAD, usato nella stragrande maggioranza dei casi. I risultati all'ascolto che tale metodo consente di raggiungere sono senza paragoni, in quanto non si introducono alterazioni timbriche e compressioni della dinamica riproducibile dall'altoparlante. E' stato usato un trasformatore appositamente realizzato con nucleo a "C" e avvolgimento frazionato su di un rocchetto bi-cava. Il secondario presenta 7 prese, distanziate l'una dall'altra di 2 dB, che vengono selezionate da un commutatore rotativo blindato militare a due sezioni.

L'altra sezione del commutatore agisce su una rete di resistenze che vengono selezionate in funzione del rapporto di attenuazione prescelto, al fine di far si che il crossover "veda" sempre la medesima impedenza e dunque non venga shiftata la frequenza di cross-over.

Infatti cambiando il livello di attenuazione, cambia il rapporto di trasformazione del trasformatore e conseguentemente l'impedenza riflessa del tweeter sul lato primario dell'avvolgimento.Altro intervento compiuto sul diffusore è stato lo smorzamento delle trombe Altec 511B, le quali, pur avendo un ottimo profilo, sono penalizzate da elevatissime risonanze dovuta alla costruzione poco curata da questo punto di vista. ( due gusci di alluminio saldati lungo il piano longitudinale).



uno dei due moduli vicino al relativo tweeter




I supporti per i Fostex T925A, sono stati ricavati da un massello di paduck , sagomato con sega a nastro e rifinito a mano. L'effetto estetico è notevole.Per lo smorzamento è stato usato un composito a base di Alluminio e butile che garantisce elevati fattori di perdita acustica nel range delle frequenze audio.
La possibilità di intervenire sull'attenuazione del Fostex a passi di 2dB ha consentito un ottimo inserimento in ambiente.

Sia io che il mio amico siamo rimasti molto ben impressionati dalla modifica: quel che prima sembravano acuti, erano solo risonanze della tromba in alluminio 511B, ora che essa è completamente afona a seguito del trattamento, è il tweeter che fornisce precisione e dettaglio armonico su tutta la parte alta dello spettro sonoro.



 

 

 

 

Clicca quì per lasciare un commento
Clinamenaudio - Ing. Stefano Buttafoco - Contrada Barattelli 3A - C.F.: BTTSFN74M01H769L - P.IVA: 02123590446
Tel. (+39) 340 8756612 - Tel. laboratorio (+39) 0735 782043 - E-mail: info@clinamenaudio.com