Copper Line (Cu)



Clinamen crede fortemente che il miglior modo di trattare  il debole segnale dei fonorivelatori a bobina mobile  sia tramite  unità di step-up completamente passive. Esso è un metodo naturale, il più logico e perciò rientra perfettamente nei capitolati di progetto Clinamen. Le prestazioni raggiunte sono difficilmente paragonabili a quelle offerte da step up attivi, specie in termini di rapporto segnale/rumore e di micro dinamica. 

 

Sono diversi anni che siamo impegnati nella realizzazione di S.U.T. ( step-up-transformer) allo stato dell'arte ed abbiamo una nutrita serie di clienti molto soddisfatti.

 Clinamenaudio  propone per tutta la sua famiglia  di step-up  nuclei UI con lega all’ 80% di Nichel , materiale dall’altissima permeabilità magnetica  che permette, a livello di ascolto, di percepire una gran risoluzione sui particolari di basso livello e avere una grande dinamica nei transienti. nuclei sono inusualmente grande per queste applicazioni, ciò permette di avere una grande induttanza primaria unitamente a bassissime perdite resistive. La progettazione degli avvolgimenti viene fatta per ottenere la minima induttanza dispersa e capacità parassite. Questo grazie anche al perfetto bilanciamento del trasformatore, raggiunta con l’architettura UI del nucleo, che consente di avere gli avvolgimenti su due rocchetti indipendenti, uno per colonna.

 Le prestazioni elettriche sono molto elevate, con slew rate inferiore ai 2 microsecondi, onda quadra perfetta anche a 10 KHz. Molta attenzione è stata data anche nell’evitare risonanze dentro e fuori la banda audio. In particolare l’autorisonanza si pone, a seconda dei modelli , tra i 75 e i 120 Khz!

 Tutto ciò all’ascolto ciò si traduce in un grande impatto dinamico e risoluzione dei dettagli di piccolo livello, rispettando bilanciamento timbrico e compagine armonica del segnale musicale transitante.



Breve presentazione della line Cu-Line.


Essa si articola su due modelli, la scelta dovrà essere fatta in base al fatto se si necessita di avere molta versatilità di utilizzo, ossia avere la capacità di interfacciare testine molto diverse per guadagno ed impedenza interna.

Di fatto abbiamo eliminato la soluzione intermedia, il two-gain , il quale forniva i due guadagni grazie all'uso di un commutatore. Pur essendo una soluzione molto usata, il "suono " del commutatore è udibile. Abbiamo perciò reso disponibile l'unità triple gain , a tre primari, prima esclusiva solo della linea in argento, come soluzione per coloro che necessitano di avere elevata flessibilità di utilizzo. I tre guadagni sono forniti da tre primari indipendenti, ognuno dei quali terminati sulla propria coppia di connettori RCA. Questo implica che il pannello delle connessioni sia relativamente grande, e quindi il telaio nel quale il triple gain è realizzato è il telaioricavato dal pieno CNC, il quale fornisce grandi performance soniche e di isolamento da campi elettromagnetici perturbanti, e vibrazioni.

Invece per coloro è sufficiente un solo valore di gain del SUT, proponiamo il nuovissimo single gain Cu, con interessantissime soluzioni implementate in base alle nostre ultime ricerche. Dalla constatazione che anche i SUT soffrono di problemi di microfonicità, abbiamo inserito i trasformatori in un contenitore in ferro dolce, che oltre a fornire una doppia schermatura magnetica ( il trasformatore è gia incapsulato in un contenitore in mumetal) fornisce uno smorzamento meccanico in quanto è riempito di cera d'api natuarale. Lo chassis è poi sospeso in una culla in accaio AISI 304 creando cosi una sospensione a bassa Fs che lo isola competamente dalle vibrazioni esterne.


Altra particolarità consiste nella possibilità nel fornire il carico della testina  tramite due connettori RCA "LOAD" i quali agiscono sul primario del SUT, quindi direttamente ai capi della testina. Questo porta a grandi vantaggi dal punto di vista sonico, poichè il SUT non viene smorzato, ma solo la testina. Questa soluzione è praticabile a patto che il phono MM a valle possa essere impostato su un valore di impedenza di ingresso elevato , diciamo tra i 150 e i 300Kohm.  Per chi avesse a disposizione un classico MM  con impedenza standard da 47K , il SUT funziona benissimo ugualmente, si perde solo  il vantaggio legato al carico della testina portato sul primario. Per chi voglia approfondire , leggere qui

 

il Single-Gain, Cu-line


Percio' per  chi ha bisogno di versatilità,  proponiamo il
triple gain- Cu , nostro modello esclusivo a TRE PRIMARI, che a fronte di una LEGGERA  perdita di performance elettriche rispetto il modello fisso , offre una versatilità enorme e totale.

Le perdite di cui parliamo sono in sostanza nella autorisonanza ultrasonica dei trasformatori, la quale si sposta intorno i 75 KHz, anziche i 120 KHz del modello Single Gain. Quando si cerca la versatilità' un minimo compromesso deve essere accettato.

E comunque l'alloggiamento CNC del triple gain , consente di recuperare il "gap sonico" grazie a un telaio CNC ricavato dal pieno, in ERGAL,  che con la sua massa contribuisce a limitare le vibrazioni, fornire autorevolezza al suono ed offrire una ottima schermatura elettostatica, ed anche magnetica ( non essendo l'ERGAL ferromagnetico, la schermatura magnetica avviene perchè il campo magnetico induttore, perturbante, produce delle correnti parassite nel grande spessore conduttivo a bassisima resistenza del materiale del box , le quali a loro volta producono un campo indotto che si oppone al campo magnetico perturbante).


I connettori  "SET", le nostre reti armonizzatrici, agiscono sul secondario del SUT, e non servono per caricare la testina , bensi' per armonizzare il trittico testina-SUT-pre phono. 





Single gain - Cu Triple Gain-Cu